In-formazione

L'Arte come mestiere | 4

con Erminia Affetti, Alfredo Taroni, Bruno Longoni, Laura Rampazzi, Elena Lissoni

e il coordinamento di Davide Dizioli

 

Conoscere il patrimonio artistico e sviluppare la capacità di guardare l’arte sono tra gli obiettivi di CHIAVE DI VOLTA. L'arte e la poesia accompagnano la storia umana, ma restano sempre un aspetto enigmatico legato alla percezione, alla società, ai canoni espressivi. 

 

La scorsa primavera, la tavola rotonda su Arte e Neuroscienze, che abbiamo tenuto al Teatro Sociale il 2 Aprile, indagava sulla percezione e la consapevolezza della persona di fronte all'opera d'arte.

Ma le opere d'arte sono spesso manufatti, oggetti, prodotti dell'applicazione di tecniche e capacità: anche questi aspetti concreti sono protagonisti del "capolavoro".

 

Da qui l’idea di proporre un ciclo d'incontri sugli aspetti materiali della produzione artistica, per indagare come il lavoro concreto, la chimica del colore, il materiale di supporto condizionino il manufatto artistico. Abbiamo intitolato questo ciclo "Arte come mestiere" parafrasando il titolo di un celebre testo del designer Bruno Munari.

 

  • Erminia Affetti ci ha illustrato il mestiere del restauro e della conservazione: come si fanno vivere nel tempo le opere di pittura

  • Alfredo Taroni di Lithos ci ha presentato il fascino delle carte, delle litografie, del torchio che imprime i segni e sembra preistorico rispetto agli sms…!

  • Bruno Longoni ci ha parlato di antiche e nuove tecniche del legno, dell'intarsio e delle risorse del materiale naturale

  • Laura Rampazzi, docente all'università dell'Insubria e responsabile del laboratorio di Chimica analitica dei Beni culturali, con Elena Lissoni, storica dell'arte, ci metteranno a parte degli studi sui colori nella pittura di Francesco Hayez

 

Dopo quelli con Erminia Affetti, Alfredo Taroni, Bruno Longoni, il prossimo appuntamento è con

 

​Laura Rampazzi ed Elena Lissoni

Venerdì 28 Aprile 2017 | ore 17.30

 

Programma 

ore   17.30    Ritrovo presso Sala Grande di Palazzo Natta, Via Natta 12/14, Como.

Dopo una breve premessa sugli scopi e le modalità delle analisi chimiche e delle indagini diagnostiche dei materiali pittorici, ci soffermeremo a osservare le modalità pittoriche di Francesco Hayez. Le due relatrici ci condurranno verso una visione profonda della tela, oltre la pellicola pittorica, alla scoperta dei pigmenti e dei leganti che hanno fatto la grandezza del capostipite del romanticismo italiano

Termine dell’incontro entro le 19.00

 

Modalità di partecipazione

L’iniziativa è gratuita e aperta a tutti fino ad un massimo di 40 persone. Sarà data priorità ai soci di CHIAVE DI VOLTA (*) che prenoteranno entro lunedì 24 Aprile tramite una e-mail a prenotazioni@chiavedivolta.org specificando nome e recapito telefonico. Il termine per tutti è mercoledì 26 Aprile.

Per maggiori informazioni telefonare al n° 339.6186062

 

 

(*) Le iscrizioni all’associazione sono effettuabili seguendo le indicazioni a questo link oppure, presso la Libreria Ubik, Piazza San Fedele, Como.

La quota di socio ordinario è di € 25,00 e di € 10,00 per i giovani under 25

 

All rights reserved © 2020 by CHIAVE DI VOLTA | Design by CV

  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Classic
  • Facebook Classic